Caffè orzo: controindicazioni e falsi miti

Il caffè d’orzo è generalmente considerato una delle migliori alternative per chi non vuole o non può consumare caffè “tradizionale”. Limita infatti il consumo di caffeina, restituendo al palato un aroma inconfondibilmente maltato, che negli anni ha conquistato tantissimi affezionati.

Dunque: "caffè orzo controindicazioni" esistono realmente? O possiamo berlo senza alcun tipo di preoccupazione per la nostra salute?

In questo approfondimento cercheremo di fare il punto su questa bevanda così diffusa anche in Italia, valutandone i principali aspetti di riferimento e gli eventuali effetti collaterali e pregiudizievoli che potrebbe avere nei confronti dell’organismo.

Caffè orzo controindicazioni: conosciamole un po' meglio!

Prima di capire quali siano le controindicazioni del caffè d’orzo, può essere utile compiere una breve premessa per comprendere da dove arrivi questa bevanda.

Ebbene, non c’è alcun tipo di mistero: il caffè d’orzo è infatti intuibilmente preparato mediante infusione di orzo tostato e macinato. A dispetto del suo nome non ha parentele con il caffè e non contiene alcuna traccia di caffeina al suo interno.

Semmai, ad essere in buona parte in comune con il caffè è la sua modalità di preparazione. Il caffè d’orzo è infatti realizzato con chicchi d’orzo tostati e macinati, fino a produrre una grana che può essere facilmente infusa. Si può dunque preparare il caffè d’orzo con le tradizionali moka o con le macchine espresso mentre, più recentemente, si sono diffuse soluzioni ancora più istantanee, da bar o da casa.

Caffè d’orzo fa male?

Introdotto quanto sopra, possiamo cercare di comprendere se effettivamente il caffè d’orzo faccia male, oppure se si possa assumere questa sostanza senza preoccupazioni.

Prima di entrare più nel dettaglio di questo tema, permettici tuttavia una piccola premessa: il caffè d’orzo è una sostanza benefica e ricca di proprietà (di cui parleremo in un separato approfondimento) ma, così come avviene con qualsiasi alimento, può determinare dei fastidi se viene consumato in quantità molto elevate e per un periodo di tempo prolungato.

Caffè d’orzo e acrilamide

Per esempio, uno dei “miti” sulle controindicazioni del caffè d’orzo è che faccia male a causa dell’acrilamide, metabolita che viene determinato dall’amido contenuto nei suoi chicchi. È per questo motivo che molti ritengono che il caffè d'orzo fa male al fegato o che ci sia una forte relazione tra caffè d'orzo e colon irritabile o caffè d’orzo e stitichezza.

In realtà, come abbiamo già avuto modo di rammentare qualche riga fa, se il caffè orzo è consumato in quantità normali, non vi sono effetti collaterali degni di nota. 

Solamente se il caffè d’orzo è assunto in grandi quantità, invece, potrebbe determinare qualche problema di salute, considerati appunti gli effetti dell’acrilamide, che si forma nel momento in cui un elemento ricco di carboidrati è sottoposto ad alte temperature. Per intenderci, è questo il motivo per cui i medici sconsigliano di eccedere con l’eccessiva assunzione di cibi fritti o di pane abbrustolito.

Bere orzo la sera si può?

Una delle motivazioni che ha spinto molte persone ad abbandonare il caffè tradizionale e preferire il caffè d’orzo è rappresentata dalla possibilità di poter assaporare una bevanda gustosa priva di caffeina.

È per questa determinante che, anche chi fa uso regolare di caffè tradizionale, può bere orzo la sera per evitare di avere un riposo notturno disturbato dai picchi delle azioni della caffeina.

Caffè orzo controindicazioni o no?

Un cenno conclusivo lo vogliamo infine dedicare all’orzo solubile, una bevanda che spesso viene gradita anche dai bambini. Ebbene, non vi è alcuna controindicazione sul consumo di caffè d’orzo da parte dei bambini, considerato che la bevanda non ha alcuna dose di caffeina. 

Dunque, l’orzo solubile può ben essere somministrata ai bambini a colazione o in altri momenti della giornata.

Se ti è piaciuto questo approfondimento e vuoi saperne di più su qualche bevanda alternativa al comune caffè, ti consigliamo anche di leggere il nostro recente articolo su come preparare un chai frappè, o su cos’è la tisana rimineralizzante

Published at: 28-04-2021