Come servo il sorbetto?

Tradizionalmente il sorbetto viene servito durante il pasto per rinfrescare la bocca tra una portata e l’altra.

Al bar però questo non accade: non c’è tempo e probabilmente i clienti scelgono un piatto unico.
Il sorbetto può essere quindi offerto come dolce dopo il pranzo o come merenda rinfrescante.

Vi ricordate il taglio al seltz?

Per rinfrescarsi a mezza mattina o al pomeriggio, oppure come aperitivo, il taglio al limone va sicuramente ricuperato dalla tradizione.
2 cucchiai o 2 palline di sorbetto al limone (dipende dalla consistenza) “tagliate” con una spruzzata di seltz.
In mancanza del seltz si può usare una limonata o una tonica.
Un paio di fettine di limone come decorazione e la ricetta è pronta!
Lo si può servire nel bicchiere “Cortina”  con la cannuccia, o nel bicchiere “Tosca” con il cucchiaino.

Un sorbetto all’ora dell’aperitivo

Se il caldo rende l’aperitivo tradizionale un po’ “faticoso” si può tranquillamente proporre il sorbetto: limone, mandarino o mela sono perfetti per accompagnare i vostri stuzzichini.
Si può anche proporre la versione alcolica più intrigante con un po’ di vodka o con del prosecco.